Lascia un commento

Pretestuosi

Immaginare scenari apocalittici perché – forse – domani sera partirà dall’inizio Cutrone al posto di André Silva ci sembra sintomatico di un certo modo di fare giornalismo sportivo in Italia.

Silva si è aggregato alla squadra in ritardo perché era impegnato in Confederation Cup, di fatto ha iniziato la preparazione da sette giorni nei quali sono compresi i due viaggi da e per la Cina.

Forse a qualcuno sfugge che quella di domani sera è una gara ufficiale e che quindi, anche se siamo al 27 luglio, avremo a disposizione solo tre cambi. Sarà fondamentale schierare chi è più in forma e può garantire più minuti possibili, perché almeno in otto dovranno farseli per forza tutti e novanta.

Se poi Cutrone toglierà il posto ad André Silva anche al 10 di novembre allora saremo i primi ad aprire i processi sui 38 milioni spesi. Ma scommettiamo che non succederà?

Lascia un commento

La maestra

Secondo la Gazzetta di oggi, “alcuni club” si sarebbero lamentati con l’UEFA per l’eccessiva libertà che ha il Milan in sede di calciomercato, conseguenza dello slittamento a ottobre dell’inizio della discussione sul voluntary agreement che ha permesso di evitare qualsiasi genere di limitazione in questa sessione estiva.

Non sappiamo voi, ma noi onestamente facciamo davvero fatica a immaginarci un Paris St. Germain che si sta preparando a spendere mezzo miliardo di euro tra cartellino, ingaggi e commissioni per Neymar, che poi va a piangere dall’UEFA perché il Milan ne spende 150 (da spalmare in tre anni)

Così come non ci vediamo proprio una società gloriosa come il Real Madrid mettere il naso e fare le pulci su quello che fa una rispettata – parole di qualche giorno fa del presidente Perez – avversaria storica.

Nè tantomeno riusciamo ad immaginarci piagnistei di questo tenore in arrivo dall’Inghilterra, dove le cifre da capogiro – beati loro che se lo possono permettere – sono nelle disponibilità persino degli ultimi arrivati in Premier League.

Insomma, secondo voi chi saranno mai questi club che sono andati a piangere dalla signora maestra?

O magari dalla maestLa…

Lascia un commento

Furioso

Gira voce che Fassone sia fuori dagli stracci per il pasticcio con le liste UEFA.

Per quanto facciamo fatica a immaginarci come possa essere fatto un Fassone che perde la pazienza, nella sostanza è difficile dargli torto.

A maggior ragione perché la questione burocratica che ci ha fatto arrivare fuori tempo massimo per Bonucci e Biglia riguarda le fidejussioni previste dai regolamenti federali, e se c’era un argomento sul quale, in questo momento storico del Milan, proprio bisognava fare la massima attenzione per non far sollevare inutili polveroni era proprio quello finanziario.

Tecnicamente c’è tempo fino a domani per fare una sostituzione nella lista. Burocrazia permettendo.

Lascia un commento

Pruriti

È curioso: al momento sembra che la partita di sabato con il Bayern più che per i tifosi del Milan, che pur molto contenti di quello che hanno visto l’hanno archiviata subito come calcio d’agosto, sia argomento di discussione per i tifosi avversari.

Pensare che un allenatore di uno dei club più importanti del mondo possa fare apposta a rimediare una figuraccia in un’amichevole che viene trasmessa in diretta TV in tre continenti, beccandosi anche il “cicchetto” dal presidente rimasto deluso, solo per fare un favore alla sua vecchia squadra è una tesi ridicola.

Che la sostengano i tifosi avversari ci fa sorridere: significa che cominciano a farsi venire qualche preoccupazione.

Che la ripetano anche gli allenatori, invece, ci mette tristezza…

Lascia un commento

Morale

Non serve a niente, ma arrivare al Craiova così è molto meglio che arrivarci con una sconfitta.

Kessiè una conferma di questa estate, Rodriguez fa cose che è difficile pensare giochi nello stesso ruolo dei terzini che lo hanno preceduto in rossonero negli ultimi anni, Calhanoglu in crescita (ma non bisogna sottovalutare il cambio di modulo…). In generale dal bene al molto bene tutti i nuovi ed è incoraggiante. Forse Silva l’unica eccezione, ma ha conosciuto i suoi nuovi compagni l’altro ieri: ci sarà tempo.

Niang: se solo avesse anche la testa…

Adesso tutti di corsa sul primo aereo in partenza per l’Italia, perché il tempo delle amichevoli è già finito.

Lascia un commento

Galatasaray e Rangers

I primi non hanno rimontato lo svantaggio dell’andata e sono usciti per mano degli svedesi dell’Ostersund. I secondi addirittura erano già stati eliminati al turno precedente da una sconosciuta squadra lussemburghese.

Ci sembra che di scontato qui non ci sia proprio un bel niente quando, ad inizio stagione, le differenze nella preparazione giocano un ruolo importante e assottigliano le differenze.

Tra cinque giorni siamo di scena in Romania per l’esordio in Europa League: giochiamo quest’ultima amichevole all’altro capo del mondo e poi rientriamo in fretta, perché all’Europa noi ci teniamo molto…

Lascia un commento

Robe da matti!

Scopriamo dal procuratore di De Sciglio che il giocatore era già stato regalat… pardon: “ceduto” alla Juventus un anno fa. In prestito con diritto di riscatto, dopo che all’Europeo aveva appena finito di fare le migliori prestazioni degli ultimi tre anni.

È vero: dovremmo prenderci l’impegno di voltare pagina definitivamente; ma ogni volta ci stupiamo di quanto a fondo si potesse andare…

Per fortuna – immaginiamo dalla Cina, a meno che chi gestiva il Milan un anno fa non soffrisse di bipolarismo – hanno fatto saltare quella follia, così almeno De Sciglio è valso 12 milioni in contanti più bonus.

Da scontare su Bonucci!